Il resort bioattivo di Mira nel cuore della Puglia riapre a fine aprile in una veste rinnovata

6' di lettura 26/04/2022 - Il resort bioattivo di Mira nel cuore della Puglia è pronto a riaprire a fine aprile e a presentarsi agli ospiti in una veste profondamente rinnovata, soprattutto dal punto di vista dell’interior design.

Su progetto integrato di Mediapolis Engineering sono stati liberati nuovi spazi e creati ambienti luminosi nei toni della sabbia e del bianco che richiamano il Mediterraneo, le trasparenze marine e la natura circostante. La pietra di Lecce, il barocco salentino, i tessuti, gli intrecci naturali ed alcuni elementi della tradizione rivisitati hanno fornito l’ispirazione che ha trasformato il resort in una struttura architettonicamente moderna, all’avanguardia dal punto di vista impiantistico, ritrovando un forte legame estetico con il territorio.

26 aprile 2022_L’Acaya Golf Resort & SPA è pronto a riaprire il 29 aprile, con tante novità. Posizionato a poca distanza dalle spiagge più selvagge e incontaminate della Puglia, tra ulivi secolari e macchia mediterranea, l’hotel è stato completamente rinnovato, soprattutto dal punto di vista dell’interior design. Ora esprime, attraverso colori, elementi di arredo e dettagli, lo spirito unico del Salento, la sua cultura e tradizione, rivisitati in chiave contemporanea.

Un’operazione ambiziosa, in linea con la filosofia di Mira Hotels & Resort: il gruppo desidera sempre più caratterizzare i suoi resort bioattivi, rendendoli ambasciatori dei loro territori.

Il progetto è stato portato a termine in appena cinque mesi, tempi record per un intervento che ha riguardato entrambi gli edifici, la struttura principale del resort e la Conference & Spa. Il restyling ha investito, a livello di interior design, la hall, la sala colazione del Gian Giacomo – il principale ristorante del resort – le camere e i bagni, oltre alla parte impiantistica.

Il tema dell’intervento, concordato con la proprietà, è stato il passaggio da ambienti di ispirazione internazionale, poco ancorati alle peculiarità del territorio, a spazi di più spiccato carattere salentino. L’intera operazione mirava a portare alla luce il potenziale inespresso del resort, lavorando per sottrazione almeno quanto per addizione.

“Il progetto è nato da un repertorio di immagini che rimandando al Mediterraneo ed alle sue atmosfere. Il risultato è un ambiente luminoso e chiaro in cui si incontrano frammenti evocativi della tradizione, materiali del territorio e colori naturali nei toni della sabbia e del bianco.” Ci introduce l’architetto Valentina Capodieci.

La hall e la sala ristorante, originariamente erano caratterizzate da linee curve a controsoffitto, specchi e lampade di gusto molto distanti dal luogo e dalle sue specificità. Le sale sono state liberate da questi elementi per recuperare la luminosità naturale degli spazi. I pilastri di entrambe le sale sono stati rivestiti di pietra ricostruita, trattata in superficie per rievocare la sensazione tattile della pietra naturale, la pietra di Lecce, tipica della zona. I materiali utilizzati evidenziano il legame con il territorio, con cenni di barocco salentino evidenziati dalle decorazioni, i bassorilievi e le cornici applicate a controsoffitto.

Il back office della Hall è stato ottimizzato ed è stato così possibile arretrare il banco della reception. Nello spazio liberato sono stati ricavato ambienti a disposizione degli ospiti: un piccolo bar completamente nuovo, un negozio, e salottini dove soggiornare. Queste zone di relax e incontro, divise idealmente da teli a soffitto che ricordano la piacevole matericità del lino, sono arredati con divani morbidi ed accoglienti. La luminosità diretta viene filtrata e addolcita dai tessuti che si sovrappongono generando giochi di luci ed ombre.

Nella sala colazioni, come anche nel Ristorante, sono stati rinnovati tutti gli arredi per i quali si è cercato un connubio tra forme moderne, confort e richiami alla tradizione. La stessa operazione ha riguardato l’illuminazione e la parte impiantistica della sala colazioni: sono state installate cornici in gesso a citazione degli elementi decorativi delle facciate barocche. Questi elementi decorativi celano la parte tecnica dell’illuminazione e dell’impianto di condizionamento.

Anche i bagni delle camere sono stati rinnovati attraverso un’operazione di semplificazione ed alleggerimento. Si è operato puntando su demolizioni minime in un’ottica di sostenibilità e conservazione ambientale. Anche in questo caso i rimandi estetici richiamano il territorio: l’irregolarità delle superfici della terra e della sabbia, la pietra di lecce, gli elementi della natura tipici della Puglia.

Quanto alla parte impiantistica, è stata profondamente modernizzata, per offrire uno standard elevato dal punto di vista tecnologico.

Il progetto di restyling è stato concepito come un elemento essenziale del benessere a tutto tondo promosso nel resort bioattivo, ideato per stimolare sensazioni positive e una rigenerazione sia mentale che fisica. Questo concept è alla base di un’altra novità firmata Mira: il gruppo alberghiero si è affidato a Integra Fragrances per creare una fragranza personalizzata, ADMIRATION, diffusa nelle aree comuni, nelle camere, nei Pro Shop e nei piccoli gift da portare a casa. Realizzata con materie prime sostenibili ed etiche, stimola gli ospiti a creare ricordi più intensi legati alla vacanza.

Così, all’Acaya Golf Resort & SPA, ogni elemento visivo e sensoriale contribuisce a trasmettere emozioni positive e profondamente autentiche – perché legate all’identità del Salento, in una struttura che anche per questo motivo impiega principalmente dipendenti locali.

Il legame con il territorio si esprime in diversi modi, che includono le esperienze attive di scoperta del luogo, tra scorci e bellezze naturali, e gli sport – su tutti il golf. Il campo da18 buche vanta un design sfidante, servizi e professionisti pronti ad accogliere sia i golfisti esperti che i neofiti. Immerso nel verde della macchia mediterranea e accarezzato dalla brezza marina, ha una Club house ricavata in una antica masseria del XVI secolo.

Dopo una giornata di allenamenti e partite gli ospiti si rigenerano grazie alla proposta beauty & wellness: nella Spa si può provare il lettino Zerobody di Starpool, che grazie a una tecnologia innovativa favorisce il recupero muscolare, la riduzione dello stress e la concentrazione.

E tra le novità del 2022 c’è in arrivo in autunno l’apertura del primo spazio Health Club Rinnova, un’oasi di rigenerazione mentale e fisica dove iniziare un percorso di ottimizzazione del proprio stato di salute. Sarà possibile effettuare test diagnostici per valutare lo stato di benessere generale e il livello di stress presente. I dati verranno analizzati da un board di medici esperti in Well Aging e Longevity Medicine. Grazie ad apparecchiature specifiche e tecnologie di ultima generazione sarà quindi possibile seguire un percorso terapeutico individualizzato all’interno dello spazio Health Club Rinnova, scegliendo fra quattro programmi specifici: Immune-Detox, Mind, Performance, Longevity, con l’obiettivo di riattivare il potenziale di salute e vitalità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2022 alle 11:38 sul giornale del 27 aprile 2022 - 105 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c3Md





logoEV